Vicepresidente

Sono Lawrence, ho 26 anni e direi che da sempre amo lo sport e la vita all'aria aperta.

Vivo infatti in montagna, nel paesino di Oulx (TO), dove la natura con i suoi boschi, cervi, cambiamenti stagionali è proprio lì, davanti alla finestra di casa ogni giorno.

Ho frequentato il Liceo dello Sport ad Oulx (TO), allenandomi con costanza tutti i giorni e facendo competizioni di sci alpino con buoni risultati che mi hanno portato ad entrare nel team degli allenatori della  squadra nazionale italiana femminile B di sci alpino per 3 anni con vari compiti: ski man, allenatore e preparatore atletico.

Sono laureato in Scienze motorie presso il SUISM di Torino.

Sono sempre stato molto attento al benessere della persona nella sua totalità perchè mi sono reso conto in questi anni a contatto con il mondo delle gare e gli atleti che la tecnica non è tutto.

Vi sono aspetti più profondi che se considerati portano maggiori benefici allo sciatore.

La conoscenza profonda del proprio corpo, l’equilibrio interiore, la calma, il coraggio permettono allo sciatore di elevarsi e raggiungere obiettivi più alti con un’armonia e una eleganza superiore.

Lo yoga a livello puramente fisico, sia come preparazione al lavoro muscolare che come pratica di allungamento dopo lo sforzo può essere di grande aiuto.

Lo sciatore ad esempio può trarre beneficio abbinando la pratica yoga ad una preparazione presciistica prima dell’inverno in modo da abituare il corpo ai movimenti fondamentali limitando il rischio di infortuni.

Oppure durante l’inverno può essere d’aiuto come attività preventiva, defaticante e di recupero.

Sarebbe però svilire lo yoga, relegarlo a semplice aiuto fisico per i muscoli che devono essere allenati prima e allungati dopo una prestazione.

Quello che lo yoga può dare allo sciatore è indubbiamente molto di più.

Per questo motivo la mia tesi di laurea verte sull'argomento dell'unione ed interazione delle tecniche e dei principi dello yoga con la preparazione atletica di uno sciatore di sci alpino.